Tokina AT-X 10-17mm f/3.5-4.5 DX Fish-eye

Caratteristiche

Il Tokina AT-X 10-17mm f/3.5-4.5 DX Fish-eye è un obiettivo fisheye per formato APS-C, prodotto dal 2011. La messa a fuoco avviene tramite Motore AF obiettivo (non a ultrasuoni), non è presente stabilizzazione d’immagine. Il suo indiscutibile punto di forza risiede nel rapporto di riproduzione 0.39x e la minima distanza di messa a fuoco 0.14m

Caratteristiche Ottiche
 Focale   10-17 mm
 Angolo di campo   180°  (equivalente a un 15-26mm in formato Fullframe 24x36mm)
 Formato   APS-C
 Diaframma Max.   f/3.5-4.5
 Lamelle diaframma   6
 Lenti/Gruppi   10 elementi in 8 gruppi
 Min. distanza fuoco   0.14 metri
 Rapporto riproduzione   0.39x

Il Tokina 10-17 rappresenta senza dubbio un obiettivo molto porticolare. Può essere usato con ottimi risultati sia su macchine APS-C (per cui è stato costruito) che per macchine Full Frame a scapito di una riduzione della focale utilizzabile che andrà più o meno da 17mm a 15mm, per focali più piccole inizierà a formarsi il cerchio del bordo dell’ottica.

Come lo uso io

Questo obiettivo offre molte caratteristiche interessanti sia per uso subacqueo che per fotografia esterne. La capacità di poter mettere a fuoco con distanze ridottissime dal soggetto mantenendo angoli di campo molto ampi, fa si che venga spesso utilizzato per realizzare fotografie macro ambientate di forte impatto.

Il modello che utilizzo nasce per essere montato su camere Nikon. Utilizzando un adattatore NF-NEX riesco ad avere tutta la qualità di quest’ottica anche su mirrorless Sony. Il controllo del diaframma avviene in modalità elettronica, al contrario della messa a fuoco che viene gestite manualmente grazie all’utilizzo di una ghiera appositamente realizzata da Easydive per l’uso subacqueo in custodia Leo3Wi.

Inoltre mediante l’utilizzo dell’adattatore, la distanza effettiva del soggetto dalla lente si riduce ulteriormente arrivando a circa 8cm. La distanza di 14cm definita dalle specifiche è in riferimento al piano focale. Aggiungendo un adattatore allontana la lente dal piano focale, come effetto otteniamo una riduzione della minima distanza di messa a fuoco.Il fuoco e la nitidezza sono garantiti anche su soggetti a pochissimi centimetri dall’oblò della custodia.

Anche nella realizzazione di video questo obiettivo si dimostra molto versatile e funzionale. Inoltre la gestione della messa a fuoco manuale permette di avere un maggiore controllo sul soggetto a fuoco sia esso molto vicino all’ottica che in piani più distanti. L’utilizzo in iperfocale ci garantisce piani di messa a fuoco molto ampi.

 

La mia configurazione

ghiera-zoom-dedicata-per-leo3-wi.1200x1200.589

Fotografie subacquee

Fotografie esterne

Clip Video

Leave a Reply